Scrivici!

Whatsapp
Homepage - Blog - SUPERBONUS 110%
Condividi articolo su:

Ristrutturare casa - SUPERBONUS 110%

Al via il Superbonus 110% per gli interventi di efficientamento energetico e non solo.
1 / 5
2 / 5
3 / 5
4 / 5
5 / 5

Con il DL 34/2020 e la L. 77/2020 di conversione si è introdotto il Superbonus 110%, questa agevolazione fiscale è concessa anche nel caso di demolizione e ricostruzione, vediamo chi ne può beneficiare:

  • persone fisiche fino ad un massimo di 2 unità immobiliari, le unità immobiliari però non devono far parte di immobili destinati alle attività di impresa, arti e professioni (se l’immobile in questione ricade in un condominio, la detrazione è possibile per gli interventi trainanti effettuati sulle parti comuni dell'edificio, è comunque sempre possibile applicare il Superbonus 110% agli interventi realizzati su immobili “massimo 2” di proprietà, che però non siano destinati ad attività professionali);
  • condomìni “edificio con almeno due unità immobiliari, di proprietà in via esclusiva di soggetti che sono anche comproprietari delle parti comuni”;
  • istituti autonomi case popolari;
  • cooperative di abitazione a proprietà indivisa;
  • terzo settore: associazioni no profit - Onlus;
  • associazioni e società sportive dilettantistiche.

A CHI SPETTA LA DETRAZIONE:

La detrazione è concessa al proprietario dell’immobile oppure a chi esercita un diritto sullo stesso (locatario, usufruttuario, nudo proprietario, diritto di abitazione, ecc) sempre con il consenso del proprietario e anche dei familiari del possessore o detentore dell'immobile.

E’ possibile detrarre, fino ad un massimo del 110% delle spese sostenute dal 1 Luglio 2020 al 31 Dicembre 2021, un arco temporale un po’ ristretto che forse verrà esteso dal Governo.

TRE MODALITÀ DIVERSE PER POTER DETRARRE LA SPESA:

  • Se si ha capienza Irpef (imposta sul reddito delle persone fisiche) è possibile recuperare il 110% della spesa sostenuta sotto forma di sconto Irpef nei successivi 5 anni, con anche un profitto del 10%;
  • Cedere il proprio credito all’impresa esecutrice che applicherà uno sconto in fattura, con uno sconto massimo del 100%, l’impresa poi potrà utilizzare questo credito di imposta o potrà cederlo a sua volta;
  • Cedere il credito a fornitori di beni e servizi necessari alla realizzazione degli interventi, ad altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti), alle banche e intermediari finanziari.

CATEGORIE CATASTALI ESCLUSE DAL SUPERBONUS 110%:

  • A1 abitazione di tipo signorile;
  • A8 ville;
  • A9 palazzi e castelli di eminente interesse artistico-storico.

REQUISITO ESSENZIALE PER POTER ACCEDERE AL 110%:

Bisogna migliorare di 2 classi le caratteristiche energetiche dell’edificio, oppure bisogna raggiungere la classe più alta “A4” nel caso in cui ci trovassimo già in classe A3.

Questo si attesta tramite APE (Attestato di Prestazione Energetica) redatta prima e dopo l’intervento di efficientamento energetico.

L’APE viene redatta da un tecnico abilitato tramite sopralluogo obbligatorio e sintetizza, su una scala da G ad A4 la prestazione energetica dell’immobile, la possiamo paragonare a quella che troviamo esposta sugli elettrodomestici, più la classe energetica si avvicina alla lettera A, più l’elettrodomestico sarà a risparmio energetico.

INTERVENTI DENOMINATI PRINCIPALI O TRAINANTI:

  1. ISOLAMENTO TERMICO (ad esempio il cappotto termico) superiore al 25% della superficie opaca disperdente totale lorda dell’intero edificio o della singola unità immobiliare (per superficie opaca disperdente si intende la muratura perimetrale dell’edificio, il tetto a falde e/o il lastrico solare e il solaio a piano terra), insomma tutte quelle superfici (vetrate escluse) che concorrono alla dispersione del calore o del raffrescamento verso l’esterno dell’immobile.
    Per singola unità immobiliare si intende anche l’abitazione situata all’interno di un condominio, il condominio in giurisprudenza è definito come “edificio con almeno due unità immobiliari, di proprietà in via esclusiva di soggetti che sono anche comproprietari delle parti comuni”, quindi non solo il classico palazzone su più piani, ma anche edifici che in comune abbiano il tetto o un tramezzo.
    La singola unità immobiliare deve essere funzionalmente indipendente* e deve disporre di almeno un accesso autonomo indipendente.
  2. SOSTITUZIONE DEGLI IMPIANTI:
    Nei condomìni: Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria sulle parti comuni degli edifici, o con impianti per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria.
    Negli edifici funzionalmente indipendenti* : Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di:
    - caldaie a condensazione ad acqua con efficienza energetica almeno in classe A;
    - pompe di calore e sistemi ibridi assemblati in fabbrica anche con sonde geotermiche ed eventualmente abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo;
    - impianti di microcogenerazione;
    - collettori solari per la produzione di acqua calda destinati alla climatizzazione invernale, alla climatizzazione estiva nel caso di pompe di calore reversibili, e alla produzione di acqua calda sanitaria.
  3. INTERVENTI ANTISISMICI RICADENTI NEL SISMABONUS, può essere applicato nelle zone sismiche 1, 2 e 3 (sono esclusi quegli edifici ricadenti nella zona sismica 4), per la riduzione del rischio sismico.

* Per edificio funzionalmente indipendente si intende che l’immobile in oggetto disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno (Villette a schiera, villette bi-familiari, tri-familiari, ecc).

GERARCHIA DEGLI INTERVENTI:

Il Superbonus è mirato all’efficientamento energetico degli edifici e ricomprende due tipologie di interventi, quelli trainanti e quelli trainati.

INTERVENTI AGGIUNTIVI O TRAINATI

Congiuntamente anche ad un solo intervento sopra citato “Interventi denominati TRAINANTI” è possibile farne degli altri all’interno della singola unità immobiliare usufruendo sempre del Bonus al 110%:

  • Sostituzione infissi;
  • Sostituzione della caldaia autonoma con una a condensazione almeno in classe A;
  • Installazione di impianto fotovoltaico;
  • Installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici;
  • Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria;
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione ad aria o ad acqua almeno in classe A;
  • Sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria;
  • Acquisto e posa in opera di schermature solari;
  • Acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili;
  • Acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda, di climatizzazione delle unità abitative;
  • Building automation.

PS qualora si tratti di immobili sottoposti alla tutela disciplinata dal Codice dei beni culturali e del paesaggio o per effetto di regolamenti edilizi, urbanistici e ambientali è possibile effettuare interventi trainanti con agevolazione Superbonus 110% (ecobonus = sostituzione finestre, sostituzione del generatore, sostituzione degli impianti climatizzazione estiva e invernale, oscuramento, building automation) al patto che venga assicurato il miglioramento di almeno 2 classi energetiche o, se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta.

Ad esempio passare dalla classe energetica E alla C, oppure dalla classe A3 alla A4 (la più alta).

ALTRE SPESE CHE POSSONO ESSERE DETRATTE:

Rientrano nel Superbonus 110% anche tutti gli oneri professionali di geometri, architetti, ingegneri ecc (progettazione, direziona lavori, perizie e sopralluoghi, la redazione dell’APE ante e post opera) e tutte le spese per la demolizione e lo smaltimento.

Valentina Mancini


Mi sono laureata a “La Sapienza” di Roma in Tecniche dell’Architettura e delle Costruzioni, amo tutto del mio lavoro e cerco sempre di dare il massimo ai miei clienti.



Valentina Mancini

Home

Chi siamo


Valentina Mancini

Ristrutturare casa

Decalcificatore o addolcitore domestico


Valentina Mancini

Bagno

Come poter spostare i sanitari nel bagno senza commettere errori di pendenza


Commenti

Seleziona il numero 23764 in due immagini sottostanti:


Nessun commento disponibile!