Come poter spostare i sanitari nel bagno senza commettere errori di pendenza - Portale Architetto

Scrivici!

Whatsapp
Homepage - Blog - Come poter spostare i sanitari nel bagno senza commettere errori di pendenza
Condividi articolo su:

Bagno - Come poter spostare i sanitari nel bagno senza commettere errori di pendenza

Ristrutturare il bagno di casa è un’operazione assai delicata, bisogna prestare molta attenzione alla pendenza corretta degli scarichi, soprattutto quelli del WC; con il loro diametro elevato, circa 10cm, spesso non è possibile spostarli in maniera arbitraria…vediamo come rendere possibile un’esigenza che si viene a creare molto spesso durante la ristrutturazione di questo ambiente.
1 / 4
2 / 4
3 / 4
4 / 4


Ristrutturare il bagno di casa è un’operazione assai delicata, bisogna prestare molta attenzione alla pendenza corretta degli scarichi, soprattutto quelli del WC; con il loro diametro elevato, circa 10cm, spesso non è possibile spostarli in maniera arbitraria…vediamo come rendere possibile un’esigenza che si viene a creare molto spesso durante la ristrutturazione di questo ambiente.

Se poi siamo costretti a farli intersecare con altri scarichi (doccia, lavabo o bidet che hanno diametro di 3,5cm, tubazioni per il riscaldamento oppure corrugati), allora si avranno maggiori difficoltà a fare in modo che tutto il pacchetto stia dentro il massetto.

Il massetto è uno strato di supporto (generalmente posto subito sopra il solaio portante), deve essere sapientemente compattato e livellato, in genere è costituito da sabbia e cemento.

Il massetto realizzato a regola d’arte consente una corretta ripartizione dei carichi (statici e dinamici) sul solaio portante; ci fa risparmiare tempo facilitando la posa e il consumo di colla per piastrelle e garantisce anche maggior durata del pavimento stesso.

Sopra il massetto, il più delle volte, si incolla direttamente il pavimento (gres porcellanato, maiolica, parquet, marmo o cotto).

Un massetto ben livellato consente di posare pavimenti in parquet, laminato o PVC in plance bisellate senza l’utilizzo di colle; tra pavimento e massetto è necessario un tappetino fonoassorbente (circa 2mm).

Spostare lo scarico delle acque nere:

  • Se abbiamo un WC con il tubo di scarico (10cm ø) nel pavimento dobbiamo verificare se lo spessore del massetto consente di spostarlo, e se sì, di quanto? Dobbiamo tener ben presente che il WC necessita di almeno l’1% di pendenza, vale a dire che ogni metro lineare di tubazioni, devono scendere verso lo scarico di almeno 1cm di altezza. Se non abbiamo questa pendenza a pavimento, valutiamo la possibilità di spostare sulla parete lo scarico, dobbiamo però verificare che la stessa sia spessa almeno 11cm (8cm forati + 1,5 cm di intonaco e finitura per lato), perché oltre alle tubazioni deve poter contenere anche la cassetta di scarico. Nel caso in cui lo spessore della parete non sia sufficiente, occorrerà creare una controparetina alta almeno 120cm, perché dovrà ospitare anche la cassetta di scarico. Questa soluzione è molto bella da vedere, se ad esempio incolliamo sopra la paretina una bella mensola in legno, abbiamo creato dello spazio in più su cui poggiare piante o prodotti da bagno.
  • Se abbiamo necessità di spostare il WC, ma non abbiamo modo di garantire la corretta pendenza dello scarico possiamo optare per l’installazione di un trituratore: Il trituratore rende possibile utilizzare tubazioni di diametro inferiore perché riduce il volume del materiale gettato nel wc. In questo caso bisognerà solo provvedere ad uno spazio adeguato accanto al wc dove alloggiarlo. Si tratta però di una soluzione consigliabile solo nel caso di un bagno poco utilizzato, perché i bagni così concepiti si intasano facilmente e hanno bisogno di energia elettrica per poter funzionare. Fortunatamente, rispetto al passato questi dispositivi sono incorporati nel wc e sono anche meno rumorosi. Qualsiasi sia la soluzione scelta è sempre consigliabile provvedere ad isolare acusticamente la derivazione dello scarico con materiali fonoassorbenti (soprattutto se gli scarichi si trovano su una parete in comune con le camere da letto), per rimanere nei 35 decibel consentiti per un ambiente abitativo urbano negli orari notturni.
  • Una soluzione brutta esteticamente ma funzionale ai fini della pendenza è quella di alzare il pavimento dove poggia il wc. Questa soluzione è praticabile solamente nel caso in cui l’altezza del bagno rimanga comunque entro i canoni consentiti dalla normativa, l’altezza minima tra pavimento e soffitto infatti deve essere di almeno 2,40 cm.

Spostare scarico acque grigie (doccia, bidet e lavabo):

  • Lo spostamento può avvenire anche sui tramezzi, l’importante è avere almeno una pendenza del 2% (vale a dire che ogni metro lineare di tubazioni, devono scendere verso lo scarico di almeno 2cm di altezza).

Valentina Mancini


Mi sono laureata a “La Sapienza” di Roma in Tecniche dell’Architettura e delle Costruzioni, amo tutto del mio lavoro e cerco sempre di dare il massimo ai miei clienti.



Valentina Mancini

Ristrutturare casa

SUPERBONUS 110%


Valentina Mancini

Home

Chi siamo


Valentina Mancini

Ristrutturare casa

Decalcificatore o addolcitore domestico


Commenti

Seleziona il numero 76099 in due immagini sottostanti:


Nessun commento disponibile!